Ricerca

Eventi: Matilde Serao: frammenti di vita…

Martedì 19 dicembre 2023, nell'aula Franciosi di Palazzo Melzi, è stato celebrato l'evento “Non più: il Mezzogiorno e le donne che ...

Utente CEIS03300E-psc

da Ceis03300e-psc

0

Martedì 19 dicembre 2023, nell’aula Franciosi di Palazzo Melzi, è stato celebrato l’evento “Non più: il Mezzogiorno e le donne che furono. Frammenti da Matilde Serao”.
L’evento, proposto nell’ambito delle iniziative della Rete dei Licei Casertani in collaborazione con il DiLBeC, Università degli studi della Campania, ha visto il nostro Istituto artefice della organizzazione e della accoglienza di tutti gli altri licei facenti parte della Rete; erano presenti le Istituzioni del territorio, rappresentate dalle Assessore Ferriero Anna Maria ed Edda de Iasio, il Rotary club di Santa Maria Capua Vetere e di Caserta, la prof.ssa Lucia Monaco, rappresentante del Dipartimento di giurisprudenza, che ha ospitato l’evento nella prestigiosa sede di palazzo Melzi, e la prof.ssa Daniela Carmosino che ha portato i saluti del Dipartimento di lettere e beni culturali.
L’evento, organizzato e condotto dalla Prof.ssa Mariateresa Verona, con l’appassionato intervento della Prof.ssa Nadia Verdile, studiosa ed esperta di storia delle donne e femminismo, ha toccato le più profonde corde dei giovani astanti ispirandoli con l’esempio di una donna straordinaria quale è stata Matilde Serao.
Nel ricco programma di interventi di studenti provenienti da diversi Licei del territorio, da Capua a Maddaloni ad Aversa, la mattinata si è susseguita tra canti lirici, recitazioni e significative letture. Il nostro istituto ha visto impegnate, per l’indirizzo classico di studi, rappresentanze delle classi V B e V D guidate dalle Prof.sse Rosalba e Lucia Piscopo, con lodevoli lavori su ‘L’universo femminile negli scritti di Donna Matilde’ e sulle ‘Leggende Napoletane’. Per l’indirizzo scientifico, un gruppo di studentesse della classe 3 B, coordinate dalla Prof.ssa Natascia De Gennaro, ha letto estratti dalle prose de “L’anima dei fiori”. Sono stati crisantemi, rose e violette il centro della performance che le ha viste agghindate con gli stessi a creare una ghirlanda di bellezza e gentilezza unita anche dal filo sacro dell’amicizia al femminile.
La manifestazione ha donato a tutti i presenti un arricchimento culturale di grande spessore, toccando temi di scottante attualità, dall’emancipazione femminile alla piaga del femminicidio. Al termine, l’auspicio emerso da tutte le parti intervenute è stato quello di poter replicare presto eventi simili al fine di arricchire sempre più la formazione culturale dei nostri studenti. Galleria Fotografica